Genealogia italiana di Stefania Fangarezzi

Genealogista professionista

Piccolo glossario di genealogia

Per questo glossario si ringraziano: Wikipedia, Guida Generale degli Archivi di stato Italiani, Guida degli Archivi Diocesani d'Italia; per le fonti citate.)

Attenzione, il glossario è in aggiornamento e quindi alcune informazioni, in particolare alcuni collegamenti ipertestuali (link) potrebbero non funzionare. Ce ne scusiamo, stiamo provvedendo ad una verifica totale del database, dateci solo un po' di tempo, grazie.

Regolamenti di legge relativi alle deleghe: Delega.

Salta tutto e vai al testo Salta tutto e vai al menù

Matrilinearita

Il termine matrilinearità indica un sistema sociale in cui titolo, beni, ed altri oggetti sociali vengono trasmessi alle nuove generazioni per via femminile.

Una linea materna è una linea di discendenza da un antenato femminile ad un discendente (di entrambi i sessi) nel quale gli individui delle generazioni intermedie sono tutti di sesso femminile. In un sistema di discendenza matrilineare (= discendenza uterina), un individuo è considerato appartenere allo stesso gruppo di discendenza della propria madre. Questo in contrasto con il percorso più comune della discendenza patrilineare.

Gli antenati uterini di un individuo sono gli antenati di sesso femminile di quella persona, ovvero una matrilinea che va dall'antenato femmina fino all'individuo.

In alcune culture, l'appartenenza ad un gruppo viene ereditata matrilinearmente. Ad esempio, la legge ebraica sostiene che un individuo sia ebreo se la propria madre (e non il padre) è ebrea.

La cosa era probabilmente vera anche nella società araba preislamica e ciò sarebbe attestato dalla tutela del bimbo orfano assunta dallo zio materno ( khal ) e non già da quello paterno ( ?amm ).

Link permanente: permalink.

Torna in alto